1) Cos’è la competenza di ricerca? a) Ricerca delle informazioni online e dipendono delle strategie e metodologie della scelta degli strumenti adattati b) Una vera e propria competenza che per essere conquistata necessita strumenti metodologici e strategici adeguati c) La ricerca delle informazioni 2) Principio di Autorialità: a) Pubblicazione di materiale non sempre degno di esserlo b) Principio di autorialità, autori vari e presunti ricercatori senza criteri chiari per distinguere le informazioni c) La trasformazione radicale della rete 3) Come è accaduto il problema della “BOLLA DI FILTRAGGIO”? a) Per cercare di capire chi siamo e che genere di siti ci piacerebbe visitare b) Crea delle correlazioni a nostra insaputa c) Nasce per la diffusione tra i componenti dell’utente e la pubblicità mostratagli 4) Quanti e quali sono i livelli di riferimento? a) Sono otto e sono: comunicazione nella madrelingua; comunicazione nella lingua straniera; competenza matematica e competenza di base in scienze e tecnologie; competenze sociali e civiche; spirito di iniziativa e imprenditorialità; consapevolezza ed espressione culturale; competenze digitali; imparare ad imparare b) Sono due: imparare ad imparare e competenza digitale c) Sono tre: comunicazione della madrelingua; comunicare lingue straniere e competenze sociali e civili 5) Cos’è la metodologia “IVANOVA” a) E’ frutto di un’idea nota dall’osservazione ed il lavoro è stato articolato in tre parti b) Un diagramma di flusso c) L’elaborazione delle strategie di ricerca 6) Il quadro metodologico a) si basa su due pilastri complementari, DBR – PBI b) è una ricerca basata sui progetti c) è un progetto che ha un continuo percorso ciclico di progettazione 7) Prima di conoscere la metodologia IVANOVA, come veniva descritta la ricerca? a) Improvvisata b) Ponderata c) Consapevole e determinata 8) La metodologia IVANOVA ci permette di: a) Svolgere una ricerca in minor tempo, ma con maggiori risultati b) Svolgere una ricerca senza avere le idee ben chiare su ciò che si intende cercare c) Ci perette di poter fare una ricerca in maniera istintiva 9) Per comprendere l’efficacia della metodologia IVANOVA, quale tecnica è stata adottata? a) Le check-list b) Le interviste c) Scale di valutazione 10) Dall’analisi delle cronologie dei partecipanti, cos’è venuto fuori? a) Un uso più consapevole dei filtri di ricerca messi a disposizione da Google b) Un aumento dei tempi di ricerca c) Una diminuzione dei termini utilizzati nelle query di ricerca 11) Che cos’è un “Artefatto digitale”? a) Un ambiente di apprendimento basato sull’uso di tecnologie dell’informazione e della comunicazione b) Una nuova metodologia per navigare c) Una strategia per poter capire la veridicità delle informazioni 12) Per quale motivo si è scelto di utilizzare la piattaforma CAWI “LIME” per la somministrazione dei questionari? a) Permette di conoscere i tempi di risposta per ogni domanda e quelli generali per gruppo di domande e per l’intero questionario b) Permette di conoscere meglio il campione della ricerca c) Permette di sviluppare una maggiore capacità organizzativa 13) Da cosa dipende il poter ottenere dei buoni risultati di ricerca online? a) Dall’organizzazione dei contenuti b) Dall’utilizzo di un buon motore di ricerca c) Dalla scelta dei termini da inserire nei form dei serch engine 14) Su quali aspetti la metodologia IVANOVA comporta degli esiti positivi? a) Self confidence e sull’autostima degli studenti b) Sull’autovalutazione c) Sulle competenze organizzative 15) Come viene percepita la rete dai docenti di scuola secondaria partecipanti alla ricerca, dopo la frequenza del laboratorio? a) Rete come opportunità di informazione b) Rete come insieme organico di notizie c) Rete come miniera, archivio, biblioteca 16) Confrontando i risultati ottenuti tra il primo campione di ricerca (studenti di scienze della formazione primaria) e il secondo (docenti frequentanti il tirocinio formativo attivo) quali sono gli esiti ottenuti? a) Entrambi presentano un miglioramento della self confidence e delle capacità organizzative, di problem posing e problem solving b) Il primo gruppo presenta un maggiore incremento della capacità di distinzione tra contenuto ed intenzioni rispetto al secondo c) Entrambi presentano una minore capacità di accertare la veridicità delle informazioni 17) In cosa consistono le capacità organizzative sviluppate dai docenti? a) Delineare l’oggetto della ricerca, suddividere in step successivi la ricerca, prevedere i risultati b) Cercare informazioni e organizzare il materiale ottenuto c) Organizzare più informazioni riguardanti uno stesso argomento 18) Il modello Content centered è basato su: a) Persone/utenti b) Contenuti e informazioni c) Ricerca dei prosumer 19) Il modello Big si applica: a) Esclusivamente al livello della formazione universitaria b) Al livello della scuola materna e della formazione primaria c) Al livello della scuola materna, della formazione primaria e secondaria oltre che al livello della formazione universitaria 20) Il punto di forza dell’associazione SCONUL è data da: a) Aspetto cognitivo b) Aspetto didattico c) Aspetto emotivo 21) Il primo step per trovare risposte soddisfacenti durante una ricerca sul web è: a) Partire dai punti chiave della propria ricerca b) Ricercare in maniera vaga sui motori di ricerca (Google etc.) c) Imparare a farsi le domande giuste 22) Il vero cuore di una ricerca internet è dato dalla: a) Fase 1 (Interrogarsi) b) Fase 2 (Vocaboli) c) Fase 3 (Ambito di ricerca) 23) Quale fase permette di capire se vi è un’incongruenza tra i risultati proposti dal motore di ricerca e l’informazione che stavo cercando? a) Valutazione b) Occhiata c) Nocchiero 24) La metodologia di ricerca Sewcom utilizza l’approccio metacognitivo-visuale delle: a) Schede b) Mappe concettuali c) Documenti 25) Secondo quali piani la valutazione delle informazioni diventa essenziale? a) Per il piano etico,ovvero di responsabilità individuale nell’uso delle tecnologie b) Per il piano personale c) Per il piano etico e per il piano personale insieme 26) I risultati di uno studio condotto dall'Università di Stanford sulla migliore gestione del mondo digitale mostrano che: a) Sono proprio i più giovani facili prede degli inganni in rete b) I più giovani sono in grado di distinguere tra una vera notizia e un "articolo sponsorizzato” c) Con l'aumentare dell'età la situazione migliora di molto 27) Quali sono i tipi di valutazione ai quali è possibile ricorrere di fronte a un’informazione? a) Qualità b) Veridicità c) Entrambi 28) Da quali elementi è caratterizzata una griglia di valutazione? a) Autorevolezza, destinatario e finalità, aggiornamento, accuratezza, originalità b) Autorevolezza, originalità e presenza di immagini ed elenchi puntati c) Idoneità dei caratteri di scrittura , aggiornamento, presenza di errori e informazioni che seguono la corrente 29) Quali sono i sistemi di rilevamento automatico delle modifiche apportate a una o piú pagine Web? a) Page monitoring (CDN) b) Feed RSS c) Web alert 30) A quale processo ci si riferisce quando si parla di selezione, raccolta, organizzazione (e successiva condivisione) dei contenuti relativi ad un particolare argomento o area tematica? a) Nocchiero  b) Content Curation c) Automazione della ricerca

Ranking

Motyw

Opcje

Zmień szablon

Materiały interaktywne

Przywrócić automatycznie zapisane ćwiczenie: ?